FUGA DELL’OSCURITà

La fuga dall’oscurità implica due tappe: primo, il riconoscere che l’oscurità non si può nascondere. Di solito questo passo implica paura. Secondo, il riconoscere che non c’è nulla che puoi nascondere anche se potessi. Questo passo porta a sfuggire alla paura. Quando sarai disposto a non nascondere nulla, non solo sarai disposto ad entrare in comunione, ma comprenderai anche la pace e la gioia.

Qua bisogna partire da un presupposto per comprendere che l’oscurità in realtà è parte della nostra mente psicologica, la quale è preda totalmente delle illusioni.

Noi esistiamo e viviamo le nostre vite in funzione di ciò che crediamo di essere. Crediamo di essere il nostro corpo, il nostro nome, il nostro status, quando in realtà tutto ciò a cui noi ci identifichiamo sono solamente percezioni e proiezioni che istante dopo istante perpetuiamo all’infinito, non avendo ancora contattato il nostro vero Sè.

Ciò che semplicemente facciamo è quello di ingannarci su chi o cosa siamo. Questo inganno ci fa paura, perché in cuor nostro ci rendiamo conto che è un inganno, e facciamo degli sforzi enormi per dimostrarne la realtà.

L’errore per cui si crede che là fuori da qualche parte esiste l’oscurità, è perché noi non viviamo in base alle leggi dell’amore, che sono l’unica realtà in grado di guidarci verso Casa. La mancanza d’amore crea caos costantemente nelle nostre vite. Se una mente percepisce senza amore, percepisce se stesso come un guscio vuoto e non è consapevole dello spirito interiore. Ma di una cosa possiamo starne certi, nonostante la nostra mente sia costantemente posseduta dalle illusioni, ciò che realmente siamo, cioè il nostro spirito, è completamente ed eternamente libero.

L’oscurità e mancanza di luce, cosi come il peccato è mancanza d’amore nel nostro mondo duale, perché il nostro punto d’arrivo è quello di andare oltre a tutto ciò. Un altro esempio riconducibile al credere che esista questo gioco di luci e ombre, e quello di credere nella “scarsità”, dalla quale può derivare solo l’errore. La verità è sempre abbondante. Coloro che percepiscono e riconoscono di avere tutto non hanno alcun tipo di necessita.

Quindi il cammino che bisognerebbe percorrere per andare oltre al credere di fuggire dall’oscurità e quello di ripristinare la nostra mente alla consapevolezza. Ci è stato dato tutto quando siamo stati creati, proprio come a tutto il resto dell’umanità.

il_mattino_dopo_il_diluvio

La paura nel credere all’oscurità ha generato un vuoto dentro di noi e questo dovrebbe essere sostituito dal perdono.
Perché la paura più grande che l’umanità porta dentro di sé durante il cammino chiamato Vita è quella di morire. Ma Gesù è venuto al mondo per portarci un altro messaggio, quello di dimostrarci che la morte non esiste.

Perché per quanto il messaggio della croce sia un messaggio chiaro e preciso, ciò che ancora non passa è che lui è andato oltre la morte fisica.

Smettiamo di credere nella deprivazione ma viviamo invece certi che esista solo l’abbondanza, come esiste solo la luce.

Ciò di cui siamo testimoni dimostra ciò in cui crediamo e questo lo rende reale e lo rafforza.

Insegnamenti tratti da Un Corso in Miracoli
Immagine Luce e colore (la teoria di Ghoethe) dipinto olio sun tela pittore inglese William Turner

non c’è oscurità in nessuna parte del regno,
ma il tuo ruolo è solo di non permettere all’oscurità di dimorare nella tua mente.
  • ESERCIZIO N°4
    Questi pensieri non significano nulla. Sono come le cose che vedo in questa stanza [in questa strada, da questa finestra, in questo luogo].
  • INSEGNAMENTO E GUARIGIONE
    Hai portato un fardello di idee non condivise che sono troppo deboli per aumentare, ma avendole fatte tu, non ti rendevi conto di come disfarle. Non puoi cancellare i tuoi errori passati da solo. Non spariranno dalla tua mente senza l’Espiazione, un rimedio che non è opera tua. L’Espiazione deve essere capita come un puro atto di condivisione. Questo è quello che Gesù voleva dirci quando ha detto che è possibile perfino in questo mondo ascoltare una sola Voce. Se sei parte di Dio e la Figliolanza è una, non puoi essere limitato al sè che vede l’ego.
  • ESERCIZIO N° 3
    Io non comprendo nulla di ciò che vedo in questa stanza [in questa strada, da questa finestra, in questo luogo].
  • ESERCIZIO N° 2
    Io ho dato a tutto ciò che vedo in questa stanza [in questa strada, da questa finestra, in questo luogo] tutto il significato che ha per me.
  • LA GUIDA ALLA SALVEZZA
    Correggi, impara e sii aperto ad imparare. Tu non hai fatto la verità, ma la verità ti può ancora liberare. Osserva come osserva lo Spirito Santo, e capisci come Lui capisce. La sua comprensione evoca Dio in memoria di Gesù. Egli è sempre in comunione con Dio ed è parte di te. E’ la tua guida alla salvezza perché conserva il ricordo delle cose passate e quelle che verranno, ed è la porta nel presente. Egli mantiene dolcemente nella tua mente questa contentezza, chiedendoti solo di aumentarla nel Suo Nome, condividendola per aumentare la Sua gioia in te.

Pubblicato da Amoreuniversale

Non c'è oscurità in nessuna parte del Regno, ma il tuo ruolo è solo di non permettere all'oscurità di dimorare nella tua mente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: