IL REGNO DEI CIELI

E’ veramente difficile da capire il significato di “il Regno dei Cieli è dentro di te“. Questo perché per il nostro ego concepire che qualcosa di esterno sia dentro se stesso, non ha nessun significato. Il Regno dei Cieli sei proprio tu, e la parola “dentro” non è necessaria.

Nonostante sei preda dalle illusione dell’ego, anche tu hai un regno che è stato creato dal tuo spirito. Il tuo spirito e il tuo ego non possono mai co-creare, ma il tuo spirito e il tuo Creatore lo faranno sempre. Nonostante tu possa essere totalmente inconsapevole di essere figlio di Dio, le tue creazioni sono impregnate di esso, e le tue creazioni sono tanto al sicuro quanto lo sei tu.

IL Regno è perfettamente unito e perfettamente protetto, e l’ego non prevarrà contro di esso.

Il bisogno che abbiamo di Gesù come nostra guida e perché abbiamo negato la nostra Guida e quindi abbiamo bisogno di essere guidati. Il ruolo che Gesù ha, è di separare il vero dal falso, cosi che la verità possa fare breccia attraverso le barriere costruite dell’ego e possa risplendere nelle nostre mente. Gesù ci invita ad unirci a Esso, in modo tale che le nostre forze si possano unire e l’ego non può prevalere.

Come ho scritto negli articoli precedenti l’ego vive nella separazione. E’ sicuramente evidente che arrivati a questo punto sia ben chiaro che l’ego consideri lo spirito come un suo nemico, in quanto esso può continuare ad esistere solo se si continua a credere nella separazione.

L’ego non ha nulla da offrirti, anzi tutto quello che può offrire è un senso di esistenza temporanea, che ha inizio dal momento che hai preso consapevolezza di te e finisce al momento della morte fisica. Ti fa credere che questa vita è la tua esistenza perché è la sua. Contro questo senso di esistenza temporanea lo spirito ti indica che tu hai in mano la conoscenza della permanenza e dell’essere inalterabile. E come può quindi la sua magra offerta prevalere contro il gioioso dono di Dio?

Se ti identifichi con l’ego, non potrai mai credere che Dio ti ami. Tu non ami il tuo ego, e l’ego non ti ama affatto. Non si può concepire la vera relazione che c’è tra Dio e le Sue creature a causa dell’odio per il sé che hai creato.

L’amore entrerà immediatamente in qualunque mente che lo desideri veramente, ma deve volerlo davvero. Perché il sentimento ambivalente che proviamo per l’ego: di protezione ed amore e quello di rifiuto, va in contrasto con la volontà di volere veramente entrare nella conoscenza, in quanto non siamo abituati a scegliere senza creare opposizione nell’intento. Ogni cosa creata da un ego è ambivalente e ci vuole una reale comprensione per capire cosa significhi volere l’amore, perché lego ha sempre agito tramite la “spinta ad ottenere”.

Il motivo per cui la luce non può entrare è perché tu credi nell’oscurità e nel nascondersi, e c’è un tipo di esperienza cosi differente da qualsiasi cosa l’ego possa offrire, che tu non vorrai mai coprirla o nasconderla ancora. La Bibbia fa molti riferimenti ai doni illimitati che ti aspettano, ma per poterli avere devi chiederli, e questa condizione non ha nulla a che vedere con le convinzioni stabilite dall’ego, perché è la gloriosa condizione di ciò che sei.

Nessuna forza, eccetto la tua volontà, è sufficientemente forte o sufficientemente valida da guidarti, in quanto sei libero come Dio, e lo devi rimanere per sempre. Gesù ci invita a chiedere al Padre in nome suo di mantenerci consapevoli nel Suo Amore per te e del tuo per Lui. Il Padre non ha mia mancato di esaudire questa richiesta, perché è tutto ciò che desidera ed è sempre stata l’unica cosa che tu hai sempre voluto, ma solo coloro che chiedono veramente vengono esauditi.

Non avrai altri dei al di fuori di Lui perché non c’è ne sono.

Non ti è mai venuto in mente di rinunciare a tutte le idee che hai fatto in opposizione alla conoscenza?? Noi tratteniamo migliaia di pezzettini di paura che ci impediscono di fare entrare il Sacro. La luce non può filtrare attraverso i muri che costruisci per bloccarla, ed è molto difficile convincere qualcuno a distruggere qualcosa che ha fatto da se stesso. Nessuno può vedere attraverso un muro ma Gesù può aggirarlo, devi solamente vigilare sulla tua mente contro tutti quei pezzettini di paura, o non sarai mai capace di chiederli il suo aiuto.

Gesù è accanto a noi, ci ama, onora e ha pienamente rispetto delle nostre scelte, non ci può aiutare a sostenere ciò che è falso, ma non ci abbandona mai come non lo potrà mai fare Dio. Aspetterà paziente che tu decida di affidarti e considerando che attende con amore e non con impazienza, verrà in risposta a un singolo inequivocabile richiamo.

E indispensabile sapersi osservare attentamente e vedere cosa realmente stai chiedendo, essere onesti con se stessi e non tentare di nascondere nulla, perché solamente quando sarai realmente pronto puoi giungere al Regno dei Cieli. Nella tua mente, anche se annebbiata a causa del tuo ego, c’è la dichiarazione della tua liberazione. Dio ti ha dato tutto. E se prendi in considerazione seriamente questo fatto, significa che l’ego non esiste, e questo gli fa profondamente paura.

Per l’ego i termini “avere” ed “essere” sono differenti, ma per lo Spirito Santo sono identici, in quanto Esso sa che noi abbiamo tutto e siamo tutto. La distinzione è emersa nella mente quando abbiamo accettato il concetto di “ottenere” che indica una carenza, e una volta accettato questo abbiamo agito in base ad esso.

Il Regno dei Cieli quindi non lo si può ottenere, tu sei e hai il Regno di Dio. La calma che appartiene al Regno, che è presente nella parte sana è perfettamente cosciente della tua mente, è inesorabilmente bandita dalla parte della mente dominata dall’ego.

Mentre procediamo a modificare la nostra mente, l’ego è disperato perché si deve confrontare con svantaggi letteralmente invincibili, considera quanto sforzo hai fatto per proteggere il tuo ego, e quanto poco hai protetto la tua mente corretta. Chi se non un folle, si impegnerebbe a credere a ciò che non è vero, per proteggere questa credenza a costo della verità?

Insegnamenti tratti da Un Corso in Miracoli

non c’è oscurità in nessuna parte del regno,
ma il tuo ruolo è solo di non permettere all’oscurità di dimorare nella tua mente.

Pubblicato da Amoreuniversale

Non c'è oscurità in nessuna parte del Regno, ma il tuo ruolo è solo di non permettere all'oscurità di dimorare nella tua mente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: