CREAZIONE E COMUNICAZIONE

Lo stato dell’essere è la vera espressione di ciò che sei, e in qualunque misura stai permettendo che esso sia limitato, stai limitando il tuo senso di realtà, che diventa interezza solo quando ti permetti di riconoscere tutta la realtà nel glorioso contesto della sua reale relazione con te. Questa è la tua realtà, non profanarla e non indietreggiare da essa. E’ la tua vera casa, il tuo vero tempio e il tuo vero Sè.

L’ILLUSIONE DELL’EGO E DEL CORPO

L’ego crede che sia vantaggioso non impegnarsi in niente che sia eterno, perché l’eterno deve venire da Dio. L’eternità è una funzione che l’ego ha cercato di sviluppare, ma che indubbiamente non può riuscire ad ottenere. L’ego è capace di fare compromessi con la questione dell’eterno, riuscendo a svincolarsi da qualsiasi questione che riguarda la sua dissoluzione. Si impegna a spostare l ‘attenzione su questioni secondarie, sperando di riuscire in qualche modo a nascondere la domanda reale e di tenerla fuori dalla mente. La caratteristica principale dell’ego è quella di occuparsi di ciò che non è essenziale, ed è esattamente questo il suo scopo.

SAPPI CHE QUESTO NON È NECESSARIO

Se non puoi sentire la voce che parla per Dio, è perché non scegli di ascoltare. Che tu, di fatto stai seguendo continuamente ciò che ti dice il tuo ego, è provato dal fatto che i tuoi atteggiamenti, i tuoi sentimenti e il tuo comportamenti sono totalmente folli. Quindi è chiaro che in questo momento è ciò che desideri, e addirittura lotti per far sì che tutta la tua esistenza rimanga tale.

IL REGNO DEI CIELI

E indispensabile sapersi osservare attentamente e vedere cosa realmente stai chiedendo, essere onesti con se stessi e non tentare di nascondere nulla, perché solamente quando sarai realmente pronto puoi giungere al Regno dei Cieli. Nella tua mente, anche se annebbiata a causa del tuo ego, c’è la dichiarazione della tua liberazione. Dio ti ha dato tutto.

L’IPOCRISIA DELL’EGO

Pensa all’amore degli animali per i loro cuccioli, e al bisogno che essi hanno di proteggerli, questo avviene perché li considerano parte di se stessi. Nessuno butta via qualcosa che considera parte integrante di se stesso. Noi reagiamo al nostro ego proprio come Dio fa con le sue creature: con amore, protezione e carità. Ma la questione principale non è come rispondi all’ego, ma cosa credi di essere?